fbpx
News
21
03
2020

HO RICOSTRUITO IL CROCIATO, COSA MI ASPETTA?

DOPO UN INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE LCA, SONO TANTE LE DOMANDE A CUI RISPONDIAMO

 

 1. Per quanto dovrò indossare il tutore?

Il tutore va sempre indossato nelle prime settimane post ricostruzione LCA, giorno e notte. L’unico momento in cui va rimosso è durante le sedute di fisioterapia. Il numero esatto delle settimane di utilizzo varia di caso in caso e viene sempre specificato nel dettaglio dal medico specialista (che indica anche come regolarlo di settimana in settimana). In genere comunque non meno di 3-4 settimane.

 

2. Per quanto dovrò camminare con le stampelle?

Come per il tutore, anche per le stampelle sarà il medico specialista a dare delle precise indicazioni. Nella maggior parte dei casi è concesso fin da subito un carico sfiorante, il piede dunque va fatto toccar terra fin dai primi giorni. Il carico sull’ arto poi aumenta di settimana in settimana, fino ad arrivare, in genere alla fine del primo mese, a togliere del tutto le stampelle.

 

3. È normale che il ginocchio sia gonfio?

Il gonfiore è una naturale conseguenza dell’intervento chirurgico di ricostruzione LCA. La sua entità varia da persona a persona e va in genere a coinvolgere non solo il ginocchio ma anche la coscia e la gamba fino alla caviglia. Il poco movimento svolto nel primo mese non permette un drenaggio ottimale dei liquidi, si dovrà dunque attendere qualche settimana e la ripresa quantomeno della camminata per vedere un ginocchio completamente asciutto.

 

4. In che posizione è meglio dormire la notte?

Il mantenimento della completa estensione del ginocchio è l’obiettivo fondamentale nell’immediato post-operatorio. Durante la notte sarebbe quindi consigliato tenerlo dritto, essendo che una flessione mantenuta per troppe ore può poi mantenersi anche durante il giorno. Una buona soluzione è quella di dormire a pancia in su tenendo la gamba dritta, piede poggiato su un cuscino e un secondo cuscino tenuto come supporto sotto il ginocchio.

 

 5. C’è il rischio che si rompa il nuovo Legamento nelle prime settimane dopo l’intervento?

È molto diffusa la preoccupazione di rompere il legamento nell’immediato post-operatorio.  L’utilizzo delle stampelle e del tutore e le varie misure di sicurezza che vengono date dal Medico, in primis non guidare, rendono improbabile il rischio di una nuova rottura.

 

 6. Dopo quanto posso riprendere il lavoro?

La ripresa del lavoro non avviene mai prima dell’autorizzazione del medico specialista. Chiaramente dipende dalla tipologia del lavoro, dalle sue esigenze oltre che dallo stato di salute del ginocchio stesso. In genere dopo 1 mese circa si possono riprendere quelle attività lavorative che non richiedono grandi sforzi, come ad esempio attività d’ufficio. Per lavori fisicamente più impegnativi è necessario attendere fino anche a 8/10 settimane per poter rientrare in piena sicurezza.

 

7. A quanti mesi posso cominciare a correre?

La ripresa della corsa avviene in genere non prima delle 12 settimane post intervento e non prima di aver ottenuto una completa mobilità articolare, aver sviluppato un adeguato tono muscolare e aver ripristinato un buon controllo propriocettivo.

 

8. Dopo quanto posso ricominciare l’attività sportiva?

Il ritorno in campo avviene non prima dei 6 mesi post intervento. Questo è possibile solo se al termine del percorso di fisioterapia viene svolto un adeguato lavoro di riatletizzazione, fase che consiste nel recupero delle gestualità del proprio sport e dei movimenti più complessi. Questo permette di essere pienamente pronti al rientro, evitando ulteriori settimane di stop e garantendo la piena sicurezza dell’atleta dal rischio di ricadute.

 

 9. Dopo l’intervento c’è più rischio di rottura del Legamento e quindi di dovermi rioperare?

Non c’è nessuno studio scientifico che dimostri che il ginocchio operato sia più predisposto al rischio di una nuova rottura. La prevenzione di ricadute passa sicuramente attraverso il percorso di fisioterapia e alla successiva fase di riatltetizzazione, che se svolte nella maniera corretta garantiscono al paziente la massima sicurezza.

 

 10. C’è qualcosa che non potrò fare mai più o che dovrò evitare?

Assolutamente no. La buona riuscita dell’intervento abbinata a un ottimo percorso di fisioterapia ripristinano la piena funzionalità del ginocchio permettendo al paziente di tornare a svolgere ogni attività senza alcun limite.

 

MFT. Johnny Elhyka